GLI ADOLESCENTI ED IL SENSO DEL TEMPO

 

Maria Teresa De Nardis

 

Il senso del tempo non è un concetto innato ma si acquisisce con l’età.  Infatti nei primi anni il bambino conosce solo il “prima” e il “dopo”; alle elementari viene introdotto allo studio della storia mediante indagini sui .tempi passati. di genitori, nonni ecc.. .  Ma già alle medie inferiori e soprattutto alle superiori e spesso in prima (istituti tecnici, sperimentazioni Brocca ecc..) i ragazzi si scontrano improvvisamente con i tempi geologici, commettendo errori madornali come scambiare i milioni di anni con i miliardi.  A noi adulti sembra impossibile che concetti così facili da apprendere presentino tante difficoltà.  Il problema sta nel fatto che un’idea astratta qual è il tempo deve essere appresa con l’esperienza.  Qui di seguito saranno fornite alcune esercitazioni adatte a tale scopo.

 

Scorrere del tempo

a) Nascondere gli orologi di tutti gli alunni;

b) ciascuno deve escogitare un metodo personale per segnare il tempo trascorso (in silenzio!);

c) l’insegnante, col proprio orologio, dà il via e lo stop, senza però comunicare il tempo trascorso.  (Bastano 5 o 6 minuti, tuttavia maggiore è il tempo intercorso maggiori saranno le differenze);

d) scrivere sulla lavagna i tempi ottenuti per ciascun metodo;

e) discutere i diversi risultati ottenuti;

f) da ciò si dedurrà che è necessario trovare un riferimento unico.  Tradizionalmente tale riferimento è il Sole che ci permette di scandire i giorni e gli anni.  (A questo punto sorgeranno dubbi sulla diversa lunghezza del dì e della notte durante l’anno, che si potranno chiarire, a piacere, con brevi cenni sui moti della Terra).

 

Tempo storico

a) L’insegnante ed alcuni alunni scrivono sulla lavagna alcuni avvenimenti della loro vita, possibilmente collegandoli con fatti noti (eventi sportivi, politici, naturali ecc..) ma senza dire l’anno;

b) collegando i vari eventi, si compone un unico calendario fatto di “prima”, “durante” e “dopo”;

c) si pone la domanda: è possibile conoscere l’età dell’insegnante?

Dalla discussione che seguirà emergerà il significato di età relativa ed età assoluta (che risulterà comodo quando si parlerà di stratigrafia e metodi radioattivi).

 

Tempo geologico

a) Si disegnano tre o quattro colonne stratigrafiche (sedimentarie)

 

 

b) ci si domanda: è possibile stabilire se l’età di D è maggiore minore o uguale all.età di A?

Si spiega brevemente la sedimentazione e il principio stratigrafico, per cui se gli strati sono inalterati risulterà l’età di D maggiore dell.età di A;

c) ci si chiede: è possibile sapere se l’età di D è maggiore minore o uguale all’età di H? No, perchè non si possono fare altre correlazioni;

d) si introduce l.uso dei fossili spiegando brevemente come si sono formati.

 

 

Si può mostrare un organismo conosciuto (es. Pecten) e uno sconosciuto (es. rostro di Belemnite) chiedendosi quale sia più antico.  La risposta intuitiva è che quello che non ha “parenti” attuali è estinto e perciò più antico (Attenzione: non è sempre vero ma una pietosa bugia può aiutare molto.)

 

e) si completano le colonne stratigrafiche con fossili (coevi).

f) facendo le opportune correlazioni si compone un.unica colonna stratigrafica: per cui risulterà che l’età di D è maggiore di quella di H; che lo strato E è il più recente, R è il più antico;

g) si fa notare che anche questo è un metodo relativo e si introduce il concetto di ere e periodi geologici;

h) si spiega il metodo sedimentario: se si misura (per es. in laboratorio) che per formare un mm di sedimentazione occorrono 10 anni, allora 100 m di sedimento equivalgono a 1 milione di anni ecc.;

i) ci si chiede: è preciso questo metodo? Seguirà una discussione sulle possibili variabili naturali che possono inficiare i risultati di laboratorio.

l) Si spiega il metodo radioattivo (solo come principio: approfondimenti a piacere);

m) conclusione: il metodo radioattivo permette di stabilire l’età assoluta delle rocce e l’età della Terra.

 

Età della Terra e dei suoi abitanti

a) Si fornisce una tabella con l.età assoluta di vari eventi:

Avvenimenti, piante, animali

Anni fa

Prime alghe verdazzurre

3200 milioni

Trilobiti

600 milioni

L’acqua copriva gran parte delle terre emerse

430 milioni

Comparsa delle prime piante sulla terraferma

500 milioni

Comparsa dei primi pesci

510 milioni

Sviluppo degli anfibi primordiali

375 milioni

Comparsa dei primi uccelli

150 milioni

Sviluppo del cavallo primordiale

70 milioni

Comparsa delle prime piante con semi

400 milioni

Comparsa dei primi rettili

325 milioni

Sollevamento degli Appennini e delle Ande

25 milioni

Sviluppo delle piante da cui si formerà carbone

300 milioni

Fine dell’ultima Era glaciale

11.000

Prima eruzione del Vesuvio

1893

Primi esseri umani

3 milioni

 

b) si discute come rappresentarli: su un nastro da registratore di cassa, da calcolatrice, da stampante di computer (in quest’ultimo caso ci si potranno incollare eventuali figure);

c) si discute la scala da adottare per ogni milione di anni (se 1mm = 1 milione di anni allora 4,5 miliardi corrisponderanno a 4,5 metri);

d) tutti gli allievi riporteranno sul proprio nastro le età degli eventi proposti.  La striscia migliore si attaccherà in classe (bidelli permettendo!).

 

Sorgerà il problema di come rappresentare i tempi storici.

e) Si riportano Ere e Periodi geologici sullo stesso nastro o su un altro corrispondente;

f) per poter bene rappresentare i tempi storici si ingrandisce, su un altro nastro, l.ultimo milione di anni e vi si riportano le date “recenti”.

 

Date di alcuni eventi

A. Inizio dei periodi della scala dei tempi geologici:

 

1 Proterozoico:

2,5 miliardi di anni fa

2 Cambriano:

600 milioni di anni fa

3 Ordoviciano:

500 milioni di anni fa

4 Siluriano:

440 milioni di anni fa

5 Devoniano:

400 milioni di anni fa

6 Carbonifero:

350 milioni di anni fa

7 Permiano:

270 milioni di anni fa

8 Triassico:

225 milioni di anni fa

9 Giurassico:

190 milioni di anni fa

10 Cretaceo:

135 milioni di anni fa

11 Paleocene:

65 milioni di anni fa

12 Eocene:

54 milioni di anni fa

13 Oligocene:

40 milioni di anni fa

14 Miocene:

25 milioni di anni fa

15 Pliocene:

7 milioni di anni fa

16 Pleistocene:

2 milioni di anni fa

 

B. Eventi della storia geologica:

 

17 Le più antiche rocce lunari tra i campioni esaminati: età 4,5 miliardi di anni

18 Le più antiche rocce terrestri datate (Groenlandia): età 3,75 miliardi di anni

19 Comincia la frattura della Pangea: 180 milioni di anni fa

20 Inizio formazione delle Alpi: 30 milioni di anni fa

 

21 Fine dell.ultima glaciazione: 11000 anni fa

22 Eruzione di Santorino (Egeo): 1470 a.C.

23 Eruzione del Vesuvio e distruzione di Pompei: 79 d.C.

C. Eventi della storia della vita e dell’uomo:

24 Prime tracce di attività biologica: 3,4 miliardi di anni fa

25 Prime tracce conosciute di alghe verdi-azzurre: 3 miliardi di anni fa

26 Prime tracce sicure di animali invertebrati (meduse, anellidi): 680 milioni di anni fa

27 Prime tracce di vertebrati (pesci): 460 milioni di anni fa

28 Primi rettili: 290 milioni di anni fa

29 Primi mammiferi: 200 milioni di anni fa

30 Primi uccelli: 160 milioni di anni fa

31 Prime scimmie antropoidi: 30 milioni di anni fa

32 Primi ominidi: 5 milioni di anni fa

33 Primi produttori di utensili di pietra: 2, 6 milioni di anni fa

34 Uomo di Pechino, uso del fuoco: 400.000 mila anni fa

35 Paleolitico inferiore, industria acheuleana: 300.000 anni fa

36 Paleolitico superiore, cultura maddaleniana, pitture nelle caverne: 20.000 anni fa

37 Prime piante coltivate (Palestina): 8000 a.C.

38 Primi insediamenti urbani (Gerico): 6000 a.C.

39 Primi utensili di bronzo (Mesopotamia): 3000 a.C.

40 Costruzione della Grande Piramide: 2700 a.C.

41 Primi utensili di ferro (Asia Minore): 1300 a.C.

42 Data tradizionale della fondazione di Roma: 754 a.C.

43 Scoperta dell.America: 1492 d. C.

44 Entra in orbita il primo satellite artificiale (Sputnik I): 1957

 

Ultima spiaggia

Se tutto ciò non dovesse bastare e gli alunni continuassero a sbagliare le date, si può ricorrere ad un metodo poco ortodosso ma efficace: si può far corrispondere a ogni periodo di tempo il costo di un oggetto di loro gradimento.  Per es.:

2 mila anni = 1 panino

2 milioni di anni = un motorino

200 milioni di anni = un appartamento

2 miliardi di anni = villa, barca, Ferrari, ecc..

A mali estremi estremi rimedi!

 

 

Pubblicato originariamente su Naturalmente, 1995, 8 (1), 21-23.