Gomme per cancellare, paperelle e molto altro

 

Dan Rabinovich

drabinov@uncc.edu

La gomma naturale è un materiale polimerico affascinante derivato dal lattice bianco latte estratto dagli alberi del genere della Hevea.  È essenzialmente un polimero di isoprene (2-methyl-1,3-butadiene) e le sue caratteristiche proprietà fisiche e chimiche, quali l’elasticità, la durabilità e l’impermeabilità, hanno portato al suo largo uso nella società moderna.  Ogni anno nel mondo vengono prodotte quasi 10 milioni di tonnellate di gomma naturale, con applicazioni che vanno dalle bande elastiche e pneumatici a container e isolanti.  Benché la gomma naturale è in origine un prodotto agricolo, una varietà di gomme sintetiche sono anche prodotte in grande scala industriale da derivati del petrolio, compreso isoprene, butadiene, etilene e stirene.

 

 

Il francobollo qui riprodotto è stato emesso in occasione della Conferenza sulla Gomma Naturale che ha avuto luogo a Kuala Lumpur, Malaysia, nel 1968.  Mostra un piacevole modello “space-filling” dell’isoprene e una rappresentazione del metodo tradizionale di raccogliere il lattice di gomma naturale da un albero inciso.  È rimarchevole che gran parte del lattice di gomma naturale prodotto nel mondo sia ancora oggi ottenuto con questo processo vecchio di secoli e che approssimativamente il 70 percento della produzione mondiale provenga da tre soli Paesi, ossia Indonesia, Tailandia, e Malesia.

 

Per una interessante storia della gomma, si veda: Loadman, J. Tears of the Tree; Oxford University Press, New York, 2005.

 

 

This article was first published in 'Chemistry International', Vol. 30 No. 5 September-October 2008.  (http://www.iupac.org/publications/ci/2008/3005/si.html)