Un idrocarburo del quale essere orgogliosi

 

Dan Rabinovich

drabinov@uncc.edu

 

 

Il francobollo Cecoslovacco qui riprodotto è stato emesso il 4 luglio 1966 per celebrare il centenario della Società Chimica Ceca, che è una delle più antiche società chimiche al mondo ed ancora oggi impegnata in tutti i vari aspetti dell’industria chimica nella Repubblica Ceca e altrove.  In primo piano nel francobollo c’è la struttura molecolare dell’adamantano, il ben noto idrocarburo saturo con una struttura simile al diamante e un odore che richiama alla mente la canfora.  È un composto organico notevolmente stabile con grande rigidità conformazionale e, sebbene abbia relativamente poche applicazioni, alcuni dei suoi derivati (ad esempio, amantadina, rimantadina) sono importanti farmaci antivirali contro l’influenza.

 

 

Come mai l’adamantano è stato scelto come molecola iconica dalla Cecoslovacchia?  Risulta che questa robusta gabbia è stata per la prima volta isolata nel 1933 da un campione di petrolio greggio della Moravia e analizzato da S. Landa e V. Machácek all’Università Tecnica Ceca (CTU) in Praga.  Ma c’è un altro collegamento Ceco con l’adamantano: per la prima volta è stato sintetizzato nel 1941 dal famoso Vladimir Prelog, vincitore con altri del premio Nobel per la Chimica nel 1975.  Benché Prelog sia nato in Sarajevo (al tempo parte dell’impero Austro-Ungarico), egli conseguì il Ph.D. nella CTU nel 1929 e lavorò in Praga sino al 1935.  Il centesimo anniversario della nascita di Prelog è stato ricordato nella Bosnia e Herzegovina con un francobollo emesso il 25 ottobre 2006.

 

 

This article was first published in 'Chemistry International', Vol. 30 No. 1 January-February 2008.  (http://www.iupac.org/publications/ci/2008/3001/si.html)