L’isolamento del fluoro da parte di Moissan

 

Dan Rabinovich

drabinov@uncc.edu

 

Il chimico Francese Henri Moissan ha ricevuto il premio Nobel per la Chimica nel 1906 per l’isolamento e lo studio del fluoro elementare e per l’introduzione della fornace elettrica nella preparazione dei carburi dei metalli e altri materiali refrattari.  Nel 1906 la competizione per guadagnare il favore dei membri della sezione chimica della Reale Accademia delle Scienze Svedese è stata particolarmente dura.  Moissan ha superato per un solo voto (5-4) niente meno che Dmitri Mendeleev!  Sfortunatamente, il famoso chimico Russo non ha avuto altre possibilità di vincere il bramato premio poiché morì di influenza il 2 febbraio 1907 e lo stesso Moissan è passato a miglior vita per appendicite acuta 18 giorni più tardi, poco dopo essere ritornato a Parigi dal suo viaggio a Stoccolma.

 

 

La sintesi del fluoro elementare nel 1886 è stata una grande impresa e Moissan ha avuto successo dove molti prima di lui hanno fallito.  Il punto fondamentale nell’isolamento di uno tra i più reattivi elementi, l’enfant terrible della tavola periodica, è stato elettrolizzare a –25°C una soluzione di potassio idrogeno fluoruro (KHF2) in fluoruro d’idrogeno liquido anidro.  Per riuscire nell’impresa ha dovuto utilizzare elettrodi speciali di platino-iridio e un recipiente di platino a forma di U chiuso con tappi di fluorite (CaF2), non esattamente un’attrezzatura appena uscita dalla fabbrica.  La cella elettrolitica di Moissan, riportata nei due francobolli francesi che accompagnano questo breve articolo, è attualmente in mostra al Museo Moissan nella School of Pharmacy, Université René Descartes—Paris 5.  Strano a dirsi, il francobollo emesso nel 1986 per commemorare il centenario della preparazione di questo alogeno vigoroso, riportato sotto, riporta l’equazione chimica sbagliata (invertita), ovvero la reazione dell’idrogeno con il fluoro per produrre fluoruro d’idrogeno!

 

 

 

This article was first published in 'Chemistry International', Vol. 29 No. 2 March-April 2007.  (http://www.iupac.org/publications/ci/2007/2902/si_fluorine.html)